Il Palio dei Cocchi

Il Palio dei Cocchi

Giugno, periodo di eventi a Firenze. Il Calcio Storico, i Fochi di San Giovanni e nel periodo granducale, sempre nel quadro dei festeggiamenti del Patrono, si correva sulla Piazza di Santa Maria Novella, il Palio dei Cocchi. Si trattava di una gara ippica, istituita da Cosimo I nel 1563, che veniva effettuata alla vigilia del 24 giugno. Emulando le antiche bighe romane, si predisponevano quattro tipi di carrozze addobbate suntuosamente, distinte nei quattro colori dei quartieri: Rosso, Azzurro, Verde e Bianco, trainate da coppie di cavalli bardati con finimenti di corrispondente colore. Alle estremità della piazza venivano posizionate due grandi piramidi di legno che segnvano il limite di un percorso ellittico. Tutte le finestre della piazza erano parate a festa con tessuti e stendardi, mentre le tribune, alzate per l’occasione, erano gremite di folla. Si assisteva a un grande sventolio di bandiere e di vessilli mentre l’eco delle grida che incitavano i concorrenti si propagavano anche nelle zone circostanti. I Granduchi, con le autoritàe la corte, prendevano posto su una tribuna decorata con paramenti di velluto rosso, posta al centro di un lato della piazza. Al suono delle trombe un araldo, dopo aver ricevuto l’assenso del Granduca, dava il via alla corsa. Corsa che si svolgeva sulla distanza di tre giri in un’atmosfera rovente, nella quale i cocchieri, lanciando i cavalli in un galoppo sfrenato, cercavano di superarsi con audaci e azzardate manovre, incitati dalle urla inneggianti della folla. Al termine, al vincitore veniva consegnaato un drappo di velluto rosso finemente decorato che costituiva il Palio, messo  disposizione dai Capitani di Parte Guelfa.

La tradizionale corsa terminò il suo ciclo nel 1858. Due obelischi in marmo di Seravezza – sostenuti da tartarughe in bronzo e opera di Giambologna del 1608 – andarono a sostituire le piramidi in legno e sono ancora oggi visibili sulla piazza di Santa Maria Novella a ricordo e testimonianza dello storico evento.

Per gentile concessione di Silvano Caciolli

0Shares

Leave comments

Your email is safe with us.

INFO
close slider

    Nome
    Cognome
    Email
    Telefono
    Oggetto
    Messaggio
    Ho letto la pagina Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali